by Donato Menga
on 09.26.2018
Visite: 145
with

In occasione di un evento per i festeggiamenti dei 29 anni di attività dell’azienda francese Le Jardin de Rabelais, operante nel campo della produzione fuori suolo di pomodori, Enzo Lapietra è stato ospite del patron dell’azienda d’oltralpe Matthieu Serrault. I festeggiamenti per il traguardo dei produttori francesi della regione della Loira sono stati l’occasione per Serrault per chiamare a raccolta, a Chinon, gli imprenditori del settore che rappresentano l’elite della produzione europea.

“Come spesso accade – spiega Enzo Lapietra al suo rientro in Italia – occasioni di questo genere sono a metà strada tra un momento conviviale ed una occasione di scambio sul piano professionale e imprenditoriale”. Lapietra che, negli anni, sempre più è diventato il “volto” del pomodoro di qualità e che non perde occasione per raccontare le meraviglie di questo prodotto è stato insignito del titolo di ambasciatore dei vini dello Chinon, in larga parte ricavati da uve Cabernet de Franc.

“Spero sempre che il mio entusiasmo contagi gli interlocutori, che la passione che io e i miei collaboratori mettiamo nel nostro lavoro – dice Lapietra quasi ad interpretare le motivazioni che lo hanno fatto conoscere ed apprezzare in tutto il mondo - arrivi ai destinatari, attraverso il prodotto innanzi tutto ma anche grazie ad una maggiore conoscenza di quello che facciamo quotidianamente”. 

by Donato Menga
on 03.13.2018
Visite: 1682
with

Passione e soddisfazione sono le parole chiave del nostro lavoro. Colture Protette intervista Antonio Lapietra e fa emergere, da questo lungo articolo, quello che certamente è uno degli ingredienti essenziali della ricetta "Lapietra". La passione. 

Un sentimento forte, oltre ogni immaginazione, che ci spinge quotidianamente a superarci ed a cercare di spostare ogni giorno la nostra meta verso un miglioramento continuo del prodotto.

Antonio è figlio della grande "famiglia Lapietra", come Enzo e Lino, erede di una storia familiare legata a doppio filo con l'agricoltura e condita con il sale dell'innovazione tecnologica che, a nostro parere, oggi è determinante per il settore agricolo.

Per chi volesse approfondire l'articolo, eccovi il link.

by Donato Menga
on 01.29.2018
Visite: 2331
with

“Per aver realizzato un esempio di innovazione nella produzione orticola del Mezzogiorno” i fratelli Enzo e Lino Lapietra sono rientrati a buon diritto nella cerchia degli 11 protagonisti dell’ortofrutta in Italia per l’anno 2017.

La manifestazione organizzata da Corriere Ortofrutticolo si è tenuta lo scorso 19 gennaio presso la Reggia di Caserta: l’esperienza dell’azienda monopolitana oltre ad essere valorizzata per l’aspetto tecnologico e di innovazione ha riscosso particolare successo anche per l’intenso lavoro svolto nel campo della produzione di pomodori e cetrioli con una alta qualità standardizzata.

“Siamo orgogliosi di essere qui e di ritirare questo premio – ha detto al momento della premiazione Lino Lapietra – e, soprattutto, siamo contenti del lavoro che, con fatica e con entusiasmo, svolgiamo ogni giorno”. Proprio nel momento in cui la tendenza del mercato apre spiragli interessanti nel segmento ortofrutta alle produzioni orticole che, dopo anni, riprendono terreno rispetto alla frutta, ai Lapietra viene riconosciuto lo sforzo di costruzione di un marchio ad alta qualità.

“La preferenza che il consumatore ci accorda quotidianamente scegliendo i nostri prodotti – ha detto Enzo Lapietra ritirando il premio dalle mani del vicepresidente di Fruitimprese Giacomo Suglia – premia il nostro impegno, quello delle nostre famiglie e dei collaboratori”. Nel ringraziare gli organizzatori per la menzione nel gruppo ristretto delle aziende più interessanti dell’ortofrutta italiana, non è mancato il riferimento alla volontà dei fratelli monopolitani di continuare a crescere nello sforzo di offrire al mercato prodotti sempre più in linea con le richieste del consumatore puntando sulla qualità come strumento per affermarsi sempre di più.