Il pomodoro contro il cancro alla prostata

by Donato Menga
on 04 Settembre 2014
Visite: 2371

E' un pilastro della dieta mediterranea e, oltre alle notissime proprietà organolettiche, di quando in quando emergono dettagli sempre più interessanti. Il pomodoro riduce il rischio di tumore alla prostata se consumato con regolarità.  La notizia, apparsa recentemente su una pubblicazione scientifica inglese Cancer Epidemiology Biomarker & Prevention è stato condotto dai ricercatori di tre importanti università di Sua Maestà: Bristol, Cambridge e Oxford.

Al centro dello studio lo stile di vita di circa 20mila soggetti maschi tra i 50 e i 69 anni: dalla dieta condotta dagli uomini oggetto dello studio è emerso che il rischio di tumore alla prostata si abbassa in relazione al maggior consumo di pomodori. Un meno 18% per i soggetti che mangiavano più di 10 porzioni di pomodoro a settimana (comprendendo nel calcolo delle porzioni anche il consumo di succo di pomodoro e di salsa).

Un ulteriore aiuto in questo senso viene dal consumo di altre verdure o di frutta associato a quello di pomodori per raggiungere un -24% di incidenza del tumore. "La nostra ricerca suggerisce che mangiare pomodori può essere importante nella prevenzione dei tumori della prostata - spiega Vanessa Er della School of Social and Community Medicine dell'Università di Bristol in una dichiarazione ad AdnKronos - Servono ulteriori studi per confermare questi risultati, in particolare attraverso trial clinici nell'uomo".

 

(fonte AdnKronos)